Per la sesta edizione il curatore Davide Rossillo, ha invitato dall Argentina, l’artista Alaniz, già presentato alla platea di Memorie Urbane nel 2017 per due splendidi interventi a Terracina. Alaniz torna in Italia per dodici giorni per realizzare cinque muri, dal 16 al 26 novembre per il progetto 25Novembre.org Stop Violence Against Women. Le città prescelte quest’anno sono state: Fondi, Terracina, Minturno, consolidate città che già aderiscono al progetto di museo a cielo aperto Memorie Urbane, e le nuove arrivate Pontinia e Isernia.

Il progetto curatoriale di questa edizione vuole come per le passate edizioni evidenziare il tag 25 novembre, e con l’artista si è concordato la realizzazione dei volti delle sorelle Mirabal a cui l’ONU ha dedicato la giornata mondiale contro la violenze sulla donna. Anche per questa edizione in collaborazione con Street Art Place è stata realizzata una stampa in edizione limitata per sostenere il progetto.

Programma: 16-17 Minturno – 18-19-20 Isernia – 21-22 Fondi – 23-24 Terracina – 25-26 Pontinia

Alaniz – Argentina

Alaniz (classe 1984) è un artista originario di Mendoza, Argentina. Quello per la pittura è un talento che in Alaniz si manifesta precocemente, già dall’età di 10 anni. Nel 2011, comincia a sperimentare l’approccio artistico in strada inizialmente tramite la poster art e dipingendo in luoghi abbandonati e successivamente creando murales di grandi dimensioni usando esclusivamente pennelli e rullo. L’arte di Alaniz è diretta, d’impatto, una forza benefica che mira ad opporsi alle brutture del mondo. Ha realizzato i suoi primi due muri italiani quest’anno per Memorie Urbane 2017 a Terracina.

Pontinia

Minturno

Isernia